TIMBY PARQUETS - LIBELLUM 125

LIBELLUM 125

Nuovo prodotto

Libellum è la monoplancia attuale adatta a tutte le esigenze.

TIMBY PARQUETS SRL 

Maggiori dettagli

0,00 € tasse incl.

Scheda tecnica

AZIENDA TIMBY PARQUET
PAESE DI PRODUZIONE ITALIA
CODICE PRODOTTO LIBELLUM 125
UTILIZZO INTERNO
MISURE Larghezza 125 mm - Lunghezza 1200 mm - Spessore totale 10 mm
CARATTERISTICHE Monoplancia
CONSEGNA In 2/3 settimane, il tuo ordine sarà evaso dal nostro servizio di logistica in modo sicuro e conveniente e consegnato all'indirizzo indicato nell'ordine, tramite i migliori partners logistici specializzati nella gestione di prodotti fragili.
MONTAGGIO Ti possiamo fornire il montaggio del prodotto eseguito dal nostro personale specializzato che dopo una accurata pianificazione si impegnerà a garantirti il massimo risultato nei tempi prestabiliti.
POSSO ORDINARE UN PRODOTTO CHE NON TROVO SUL SITO? Certamente sì. Puoi metterti in contatto con noi attraverso il nostro modulo di contatto, il nostro numero di telefono 085.4223075 la nostra chat sul sito o inviando un’email a info@liberatosciolicasa.it e comunicarci la marca e il modello che desideri.

Dettagli

Libellum è la monoplancia attuale adatta a tutte le esigenze.

SCHEDA TECNICA

Larghezza: 125 mm

Lunghezza: 1200 mm

Spessore totale: 10 mm

Spessore strato nobile: 3 mm

Caratteristiche: monoplancia

COLLEZIONE COMPLETA

Libellum  125 Rovere Sbiancato COD LBL 1250Libellum 125 Rovere Sbiancato COD LBL 1250

Llibellum 125 Rovere Naturale COD LBL 1251.jpgLlibellum 125 Rovere Naturale COD LBL 1251

Llibellum 125 Rovere Naturale Spazz  COD LBL 1252.jpgLlibellum 125 Rovere Naturale Spazz COD LBL 1252

MANUTENZIONE DEL PARQUET

La  manutenzione del parquet comincia da una buona prevenzione: disponete all’esterno ed all’interno della abitazione degli zerbini per trattenere i sassolini e la sabbia, del feltrino sotto i piedi dei mobili per evitare le rigature.

MANUTENZIONE REGOLARE

Parquets poco o mediamente sollecitati: camera da letto, salone, sala da pranzo. Effettuate una manutenzione regolare spolverando con una scopa o con un aspiratore. Ogni 3 mesi, applicate un polish.
Parquets a traffico medio e forte: corridoi, scale, uffici, ecc….Ogni 15 giorni – 1 mese procedete come sopra.
Rivestimenti per pavimenti stratificati: effettuate ogni sei mesi una manutenzione applicando la vernice adatta.
Parquets oliati: vedi apposite istruzioni.
Parquets spazzolati: converrà, per la manutenzione di questi parquet, utilizzare una spazzola in nylon flessibile, nel senso della spazzolatura del legno. Se necessario, per i parquet fortemente sporchi, utilizzare con parsimonia un detersivo (ph neutro) con poca acqua diluita.
Parquets bianchi: evitare ogni pulizia con acqua.

PULIZIA DI FONDO

A seconda della manutenzione periodica effettuata, procedete ad una pulizia che eliminerà le vecchie tracce di polish, cera, ed ogni altro tipo di macchie. Applicate poi di nuovo la vernice.
Fate sempre precedere queste operazioni da una spolveratura con la scopa o con l’aspiratore.

PRECAUZIONI

L’acqua è il nemico per eccellenza del vostro parquet.
Limitate l’utilizzo di acqua per la pulizia e togliete le macchie nel seguente modo:
Frutta, succhi di frutta, bibite (non) alcoliche, caffè, tè, latte, sangue, urina: con uno straccio o una spugna inzuppata di acqua e ben strizzata.
Cioccolato, cera, grassi, olii: uno straccio ben strizzato con un po’ di detersivo.
Inchiostro di stampa, di biro, lucido da scarpe, rossetto, catrame: con alcol.

1) Che cosa è un parquet ? Il termine « parquet » viene riservato ad ogni rivestimento per pavimento in legno o a base di legno il cui strato esterno sia in legno così come il suo strato di usura con spessore minimo ( 2,5  mm per un prodotto finito) per permettere il rinnovo. I rivestimenti per pavimento laminati non possono in alcun modo essere denominati parquet. Solamente i parquets offrono il comfort, il calore, e la durata di un materiale nobile e vivo : il legno. Inoltre, il parquet è non allergico e sano. Non trattiene la polvere e non ne produce.

2) Non effettuo subito la posa. Come stoccare il mio parquet? Stoccate il parquet in un luogo perfettamente asciutto, al riparo dall’umidità e non soggetto alle condense di vapore acqueo. I pacchi verranno accatastati in modo da non subire alcuna deformazione. Aprite i pacchi solo al momento della posa.

3) Si può posare un parquet in legno in tutte le stanze della casa? Si, avendo cura di scegliere bene l’essenza di legno e lo spessore di parquet adatti. A titolo di esempi : In locali particolarmente umidi (bagni, …), il teck sarà la sola essenza appropriata. Un salone-soggiorno dovrà essere rivestito con un parquet che abbia uno spessore di 14 mm, si riserverà invece lo spessore 8,5 mm per le camere da letto.

4) Possono esservi delle sfumature di tono e di colorazione nel mio parquet ? Ogni essenza di legno ha le proprie tonalità di colore, variabili a seconda della provenienza e del taglio. Inoltre, il legno non è un materiale uniforme, ogni asta è unica. E vi possono essere delle variazioni sensibili di colore, struttura e nodi in una stessa referenza o su una stessa asta. Tutti i legni scuriscono alla luce.

5)  Quali sono le essenza esotiche che utilizzate e quali sono le loro caratteristiche? Noi utilizziamo le seguenti essenze : merbau (dal sud-est dell’Asia), iroko (dall’Africa occidentale), jatoba (dall’America del sud), doussié (dall’Africa occidentale) e teck (dalla Birmania, sud-est dell’Asia). I legni esotici presentano delle notevoli variazioni. Queste variazioni sono proprie di queste essenze. Noi proponiamo quindi una unica scelta poiché è impossibile classificare le scelte di queste essenze, che, in maniera inevitabile, presentano tutte delle disparità.

La bellezza di un legno esotico risiede nella molteplicità delle sue venature tinteggiate, delle tonalità e delle differenze di struttura. Una certa uniformità dopo la posa si ottiene quando il legno scurisce sotto l’azione dei raggi ultravioletti della luce. Le differenze di aspetto si attenuano quindi attraverso l’ossidazione naturale del legno. Il silicio, la grana gialla o bianca, su un fondo di pori, è inerente a queste essenze di legno.

6) Quali sono i legni più duri ? Classificazione dei legni dal meno duro al più duro : Abete Rosso, Abete, Castagno e Iroko, Betulla, Teck, Rovere, Noce, Acero, Faggio, Ciliegio, Charme, Frassino, Doussié, Merbau, Wengé.

7) Si può posare un parquet su un pavimento riscaldante, e su un pavimento riscaldante/rinfrescante ? I pavimenti riscaldanti a « bassa temperatura » devono essere creati ed installati in modo che la temperatura di superficie dei pavimenti finiti non possa superare i 28°C. Per ciò che riguarda i casi particolari dei pavimenti riscaldanti/refrigeranti, i trasferimenti di vapore sono in grado di condurre dei fenomeni di condensa che possono provocare delle riprese momentanee di umidità e di conseguenza una deformazione del parquet. Per questa ragione e in assenza di qualsiasi norma che regoli la posa di parquet su questo tipo di supporto, noi sconsigliamo ad oggi la posa di parquet su un pavimento riscaldante/rinfrescante.

8) Nella  posa « incollata » è necessario incollare anche le scanalature e le linguette ? No, è inutile. Quando il parquet è incollato « a pieno » al pavimento, il movimento del piano diventa quasi impossibile.

9) Quali sono i vantaggi del sistema Woodloc? Facilità : sistema di posa senza colla, assemblaggio senza sforzo tramite incastro. Rapidità : tempo di posa ridotto, risistemazione del locale immediata. Resa estetica : assemblaggio solido e duraturo, giunti perfettamente invisibili. Modulabile : facile sostituzione di un’asta, possibilità di smontaggio e rimontaggio.

10) Parquet verniciato o parquet ad olio ? Le nostre finiture hanno una qualità essenziale : esse fanno sempre risaltare il carattere autentico del legno. « Verniciato » o « Oliato »,  presentano sempre un aspetto ineccepibile.

Verniciato : I nostri parquet ricevono 6 mani di vernice extra-dura ad eccezione dei prodotti spazzolati sui quali vengono applicate 3 mani di vernice poliuretanica in fase solvente che sposa tutte le strutture del legno. Infatti, la spazzolatura è ottenuta togliendo la vena tenera del legno. Esso dà al parquet un rilievo strutturato che solamente gli anni possono scolpire naturalmente.

Ad olio : Noi proponiamo dei parquet oliati direttamente in fabbrica. Essi vengono particolarmente raccomandati per le zone frequentate o di grande traffico poiché consentono delle riparazioni parziali senza problema. Alcuni li scelgono anche per il loro aspetto più naturale, più autentico, più vicino alla materia.

11) Le vostre finiture sono « ecologiche » ? Le resine utilizzate non contengono alcuna delle seguenti sostanze : formaldeide, benzene, stirene, amine, ftalati, eteri di glicolo, idrocarburi policiclici, altri composti organici trattati dall’allegato III del decreto del 2 febbraio 1998.

La pellicola asciutta risultante dalle reazioni chimiche delle finiture poliuretaniche ed UV, non contiene alcun reagente libero e nessuna sostanza volatile.
La formulazione dei prodotti utilizzati risponde alle esigenze dei testi in vigore riguardanti l’etichettatura e la composizione.

12) Come sapere se la mia soletta in cemento è asciutta ? La  soletta in cemento non deve essere in grado di esporre il parquet a delle risalite di umidità capillari sotto qualunque forma. Essa deve essere quindi perfettamente asciutta :  3% di igrometria al massimo nella massa (2% in caso di posa su pavimento riscaldante e 0,5% se la posa del parquet viene effettuata su una soletta in anidride).

A titolo informativo, è necessario calcolare come minimo 2 settimane di asciugatura per centimetro di spessore della soletta. Conviene poi controllare l’asciugatura della soletta con l’aiuto di un misuratore di umidità adatto.

13) In quale caso è necessario effettuare una rifinitura ? Il supporto deve essere piano. Controllare la planarità con l’aiuto di un regolo da 1 metro. Le frecce (incavate o a sbalzo) devono essere limitate a 2 mm. Se le frecce sono superiori a 2 mm sarà necessario effettuare una rifinitura allo scopo di « rimediare » alle disuguaglianze del supporto.

14) Si può posare un parquet su un vecchio rivestimento in tessuto ? Si, la posa sarà flottante, senza interposizione di sottofondo. La moquette dovrà tassativamente essere rasata e ciò per ragioni di resistenza meccanica del parquet. Se la moquette è spessa o « bouclé », sarà  necessario toglierla ed eliminare ogni traccia di colla prima di procedere alla posa flottante o incollata del parquet sulla soletta in cemento.

15) Si può posare un parquet su un pavimento di piastrelle ? Si, la posa sarà di preferenza flottante con interposizione di sottofondo. In caso di posa incollata, la piastrellatura dovrà essere perfettamente abrasa per consentire una presa sufficiente della colla.

16) Si può posare un parquet su un rivestimento per pavimento sintetico : PVC, linoleum… ? Si, la posa sarà flottante con interposizione di sottofondo. Se viene raccomandata una posa incollata, converrà togliere ed eliminare ogni traccia di colla prima di procedere alla posa.

17) Come proteggere il mio  parquet contro le rigature e la punzonatura ? Disporre all’esterno e all’interno della casa, degli zerbini per trattenere i sassolini e la sabbia e dei feltrini sotto i mobili per evitare le rigature.

18) Come eseguire la manutenzione del mio parquet ? La manutenzione di base è la stessa qualunque sia la finitura del vostro parquet (vernice, vernice opaca, olio):

Spolveratura perfetta con scopa a frange o con un aspirapolvere.
Poi, a seconda della finitura del vostro parquet :
vernice : cleaner, poi polish
vernice opaca : cleaner poi rinnovatore vernice opaca
olio : spray d’olio
In ogni caso, limitate l’utilizzo di acqua e fate riferimento alle avvertenze per la posa incluse in ogni pacco di parquet, capitolo : Manutenzione.

19) Posso riverniciare  il mio parquet ? I nostri parquets hanno ricevuto diverse mani di vernice vetrificatrice e sono destinati ad un normale uso di abitazione. Nel caso in cui i nostri parquet siano posati in zone molto sollecitate o con grande traffico, ed unicamente in questo caso, è indispensabile procedere ad una riverniciatura. Questa sarà effettuata applicando una vernice speciale per parquet poliuretanica o melaminica. Le vernici urea-formolo sono da proscrivere. Applicate la vernice dopo una sgranatura con macchina a grana 100 ed aspirazione delle polveri.

20) Quale sarà la durata del mio parquet ? La longevità del parquet conferisce ad esso una importante carta vincente rispetto agli altri rivestimenti per pavimento ( laminati, moquette…). Infatti, il parquet può essere rinnovato attraverso una semplice levigatura. La sua durata varia a seconda di diversi fattori : l’essenza di legno usata, lo spessore dello strato di usura, l’uso che ne fa il consumatore ed il suo modo di eseguirne la manutenzione.

TIMBY PARQUETS SRL

La nostra azienda nasce a  settembre 1999 come Parquets Marty Italia srl, filiale italiana del  leader francese dei pavimenti in legno, dalla iniziativa  di un Team operante da 25 anni nel settore del legno e dei pavimenti .

In poco tempo si è affermata come una delle aziende Leader nel mercato italiano.

Negli anni  la società ha introdotto  una gamma di prodotti sempre  più innovativa e diversificata.

Da gennaio 2012 la Denominazione sociale è divenuta TIMBY PARQUETS.

Timby, libero adattamento dall’inglese Timber = legname, indica il  nuovo raggio di azione a 360° della società che tratta prodotti che dal legno traggono linfa ed ispirazione.

La società  opera capillarmente su tutto il territorio italiano tramite agenti e rivenditori.

Dal 1-1-2015 distribuiamo PANAGET in Italia.

Recensioni

Scrivi una recensione

TIMBY PARQUETS - LIBELLUM 125

TIMBY PARQUETS - LIBELLUM 125

Libellum è la monoplancia attuale adatta a tutte le esigenze.

TIMBY PARQUETS SRL 

30 altri prodotti della stessa categoria: