ARENARIA LINEA MITO GIADA

ARENARIA LINEA MITO GIADA

Nuovo prodotto

Linea Mito GIADA

Ciascun tassello della Linea MITO è un prezioso frammento di storia, un unico e raro testimone naturale in marmo italiano che, proposto in cinque nuances cromatiche esclusive, non riproducibili, garantirà ai vostri ambienti un risultato estetico davvero scultoreo e scenografico, come una vera opera d’arte.

Maggiori dettagli

Questo prodotto non è più disponibile

0,00 € tasse incl.

Scheda tecnica

AZIENDA LiberatoscioliCASA
PAESE DI PRODUZIONE Italia
DESIGNER LiberatoscioliCASA
UTILIZZO INTERNO/ESTERNO
STILE CLASSICO/MODERNO
MATERIALE ARENARIA
INFORMAZIONI Il nostro studio tecnico e di progettazione può fornirti tutti i servizi, dal rilievo alla progettazione nei minimi dettagli con disegni tecnici e ambientazioni. Via Firenze 4 - 65100 Pescara (It) Tel/Fax 085.4223075 info@liberatosciolicasa.it
REALIZZIAMO I TUOI PROGETTI SU MISURA Inviaci il tuo progetto per un preventivo personalizzato. Puoi inoltre richiede la visita di un nostro incaricato per visionare la campionatura dei materiali.
CONSEGNA In 3-4 settimane, il tuo ordine sarà evaso dal nostro servizio di logistica in modo sicuro e conveniente e consegnato all'indirizzo indicato nell'ordine, tramite i migliori partners logistici specializzati nella gestione di prodotti fragili.
MONTAGGIO Media difficoltà

Dettagli

Linea Mito GIADA

Ciascun tassello della Linea MITO è un prezioso frammento di storia, un unico e raro testimone naturale in marmo italiano che, proposto in cinque nuances cromatiche esclusive, non riproducibili, garantirà ai vostri ambienti un risultato estetico davvero scultoreo e scenografico, come una vera opera d’arte.

Descrizione

Materiale

Misure

Unità di misura

Q.tà per scatola

Pallet

Peso Kg

Spessore

Fuga

FONDO

Arenaria

H. 2 -->

H. 4 -->

mq

sfuso su pallet

16

50

2

posa unita

PER SAPERNE DI PIU': COS'E' LA PIETRA ARENARIA.

La pietra areanaria proviene dalla solidificazione e lenta compattazione della sabbia. La sua composizione dipende sempre dalle zone da cui proviene, anche in questo tipo di roccia varia la percentuale di quarzo. A tenere uniti i granuli di calcio ci sono dei cementi naturali, sempre nati dalla precipitazione della sabbia, come la calcite, il carbonato di calcio, la silice e a volte l’ossido di ferro. Proprio per questa sua origine non è molto “dura”, ma ha caratteristiche di porosità e morbidezza. Leggi la nostra guida per scoprire le caratteristiche del pavimento per esterni in pietra arenaria e come scegliere la tipologia più adatta al tuo giardino.

 

Caratteristiche

La sua superficie è piuttosto scabra e discontinua. Non è considerato un materiale elegante ma nell’edilizia è molto impiegato. In particolare nelle pavimentazioni, in o outdoor, grazie alle sue caratteristiche decorative e ad alcune peculiarità tecniche e fisiche. Le sue qualità sono:

  • La morbidezza che la rende ideale per mitigare i colpi e le falcate.

  • E’estremamente malleabile, quindi di facile lavorazione, le possono essere date diverse forme e modelli.

  • È permeabile e porosa

  • Come già detto, essendo costituita principalmente da sabbia solidificata, è molto economica.

  • Pur essendo morbida presenta una superficie scabra che evita scivolamenti.

  • E’ adatta a ogni suolo

L’aspetto roccioso, irregolare, rendono l’arenaria un rivestimento per gli esterni molto gradito, rustico, che piace a molti. Diciamo che è l’opposto di marmo e granito, nati per rendere elegante e glamour un luogo, ma che a volte peccano in freddezza. Invece l’arenaria ha un aspetto naturale, si compenetra con l’ambiente.

Tipologie

In commercio ne esistono diversi tipi, ma le due sono i fondamentali:

  • Arenaria gialla: ha toni intensi, dall’ocra al beige, molto porosa, allo stesso tempo però più delicata.

  • Arenaria grigia o Pietra Serena, è caratterizzata da una filigrana molto premuta che le dà una maggiore densità e consistenza e la rendono quindi più adatta per gli esterni.

Come già detto la caratteristica più apprezzata dell’arenaria è la sua superficie scabra che la rende poco scivolosa, non ha caso è usata nei cortili, nelle gradinate e nei bordi delle piscine. Dove insomma la “presa” deve essere sicura. Molto usata in campagna, per creare piazzali è usata anche in città per gli esterni delle villette. Viene scelta, dicevamo, per la sua naturalezza, per il clima rustico e casalingo che conferisce agli esterni (e agli interni), per rendere più informali gli ambienti. Come già scritto, ha la peculiarità di compenetrarsi nell’ambiente, di non essere percepita come un rivestimento “estraneo”, quindi con siepi, contesti erbosi, sempreverdi, si unisce in un unicum che danno un aspetto molto disinvolto e rupestre al giardino. E’ insomma un arredo country, ma allo stesso tempo non cosi scontato.

Vantaggi

La facile lavorazione dell’arenaria, la rendono un materiale ideale. Può assumere qualsiasi forma, blocco, lastra, mattone e mattonella. Anche lo spessore può variare secondo la necessità. Essendo una superficie scabra anche le mattonelle presentano irregolarità, in genere presentano entrambi i lati incisi, durante la posa vengono incastrate tra loro. Ovviamente ci sono anche le controindicazioni. La pietra è soffice e duttile, quindi è soggetta a deteriorarsi facilmente, le mattonelle spesso hanno bisogno di un ricambio e comunque di una costante manutenzione. In particolare la pulizia è importante, soprattutto per controbattere la nascita di muschi e licheni che in una materia porosa trovano ovviamente un habitat eccezionale.

La chiarezza del materiale, inoltre, la rende poco adatto a ospitare zone dove vengono fatte attività che “sporcano”. Come l’allestimento dei barbecue, e la sua facilità a ospitare muffe rende l’arenaria poco adatta per le zone living outdoor, con sedie e tavolini, che possono in caso di pioggia non far ristagnare l’acqua, subito assorbita dalla porosità del materiale. Anche gli sbalzi termici o gli urti possono rovinare le superfici in arenaria, possono spaccarsi, in tal caso la sostituzione è d’obbligo. Insomma, l’arenaria è una pietra che dà comodità e calore, bella, economica e facilmente reperibile sul mercato. Ma va curata e soprattutto situata in luoghi atti a ospitarla.

CONSIGLI UTILI: ARREDARE CON LA PIETRA

Da sempre la pietra costituisce uno dei materiali da costruzione più usati nella storia, poiché facile da reperire e resistente, più isolante del legno; la pietra ha fatto da tecnica costruttiva tradizionale per secoli. In qualsiasi ambiente e su qualsiasi stile di arredamento, essa dona un tocco di eleganza e originalità. Realizzare una parete in pietra non è un lavoro troppo costoso come si potrebbe immaginare e a volte può arricchire anche un appartamento moderno, donandogli carattere e grinta.
Perciò se siete appassionati di questo tipo di lavoretti, ecco come potete fare per riprodurre un angolo di antichità in casa vostra!

Gli elementi naturali sono capaci di cambiare il look&feel di un ambiente offrendo alla vista e al tatto sensazioni che i materiali artificiali non sono capaci di suscitare. E la pietra non è da meno.

Solida, possente, la pietra ci regala dei ricordi di un ancestrale passato e rivestendosi, allo stesso tempo, di una sobria e modernissima eleganza. E soprattutto, basta a se stessa. Un muro in pietra, infatti, diventa in men che non si dica protagonista di un ambiente e allo stesso tempo palcoscenico ideale per altri complementi.

Un muro in pietra all’interno di una casa può vivere tranquillamente da solo, vuoto, così come può essere arricchito con altri elementi, complementi e forme in uno scambio reciproco di attenzione e di valore. Una mensola su un muro in pietra, infatti, impreziosisce il muto ma allo stesso tempo viene impreziosita proprio dal fatto di essere posta su quel determinato muro, e lo stesso accade con qualsiasi oggetto poniate sulla mensola.

Ma forse, tra tutti, il vantaggio principale di un muro in pietra è che sta bene con tutto e se proprio non avete azzeccato i colori, saranno gli altri complementi, magari presenti da anni e anni, a sembrare imrpovvisamente fuori luogo di fianco al vostro muro nuovo. Sbagliare, in ogni caso, è davvero difficile, considerando che ci sono tantissimi colori e tantissime forme tra cui scegliere. Basta tenere presente che gli elementi naturali amano stare vicini, e quindi via libera alla pietra abbinata al un parquet o ad altri elementi minerali come il marmo o altre pietre e che la fantasia regni sovrana.

In genere è preferibile riservare la pietra solo ad una delle pareti di una stanza, per evitare un effetto eccessivamente pesante alla vista; inoltre così spiccherà di più rispetto alle altre pareti che invece saranno intonacate. Se la vostra abitazione è relativamente vecchia, magari risalente a prima del 900, potrebbe darsi che al di sotto dell'intonaco i muri portanti siano stati costruiti con pietre. In tal caso vi basterebbe riportarle alla luce, portando via l'intonaco dalla parete e ripulendolo con prodotti specifici, ma questo non è un lavoro "fai da te", bisogna rivolgersi a un operaio specializzato che saprà come procedere.

Se, invece, si vuole creare ad arte una parete in pietra, la cosa migliore è rivestire la parete esistente con dei materiali appositi, falsando un po' la tecnica costruttiva utilizzata in realtà.

Non è necessario rivestire in pietra un'intera parete per ottenere il tanto desiderato effetto. Si può pensare di rivestire la parete solo fino a metà altezza, oppure effettuare solo dei particolari, come ad esempio solo lo spazio riservato a uno specifico mobile, oppure una nicchia altrimenti insignificante. È molto importante abbinare la pietra con l'arredamento e lo stile dell'abitazione, in un appartamento moderno ti consigliamo anche l' ardesia che donerà carattere.

CONSIGLI UTILI: LA POSA

La natura ogni giorno plasma la pietra naturale modificandone forma, colori e sfumature. La passione, l’entusiasmo e lo slancio innovativo che ci caratterizzano ogni giorno conducono lo staff di LiberatoscioliCASA a ricercare e selezionare le migliori pietre del mondo.

La caratteristica superficie a spacco naturale può essere più o meno liscia. Lo spessore può variare così come i colori e le tonalità. Gli effetti cromatici, le forme e gli spessori delle pietre fotografate in questo sito sono quindi puramente indicativi. Al momento della posa si consiglia di miscelare il più possibile le pietre contenute negli imballi, prelevandole da varie scatole in modo da ottenere un effetto estetico finale molto gradevole, grazie ai toni ed alle sfumature. Prima della posa è necessario mantenere pulito il piano delle pietre con una spugna inumidita con acqua; per l’applicazione bisogna utilizzare il sistema del doppio incollaggio (sia sulla pietra che sul muro). Per l’incollaggio e la stuccatura delle pietre consigliamo l’utilizzo del nostro collante (Verakoll) e dei nostri stucchi specifici (Verastuc) per pietra naturale. 

Le pietre possono essere fornite imballate nei seguenti modi:

  • Scatole in cartone ondulato su pallet

  • Casse di legno con materiale sfuso o inscatolato

  • Pallets con pietre sfuse

La metratura indicata sulle scatole comprende una fuga convenzionale di circa 1,50-2,00 cm per le pietre rustiche, mentre per le scaglie, che vanno posate a secco, non sarà considerata alcuna fuga. 

È necessario verificare che la superficie alla quale vanno applicate le pietre sia sana, per cui non si sgretoli e soprattutto non presenti tracce di sporco o polveri. 

POSA SU MURO IN CALCESTRUZZO:

Si presenta solitamente come una superficie molto compatta e liscia; nel caso di muri realizzati di recente possono essere presenti strati oleosi o tracce significative di prodotti distaccanti che potrebbero pregiudicare l’efficacia della colla. Prima della posa procedere alla pulizia della parete con un’idropulitrice al fine di asportare qualsiasi traccia di oli, polveri, sporco, agenti distaccanti. Quando si inizia la posa inumidire, se necessario, la parete con acqua man mano che si procede con il lavoro tenendo conto della stagione e della temperatura.

POSA SU INTONACO PREMISCELATO:

Questo tipo di superficie si presenta generalmente ruvida ma abbastanza friabile. Verificare che non si sgretoli affinchè possa dare adeguate garanzie di aggrappo. L’intonaco premiscelato, data la sua composizione a base di calce/cemento, ha bisogno di essere adeguatamente idratato. Procedere se necessario ad inumidire la parete prima di applicare la colla.

POSA SU PARETE IN LATERIZIO:

Stendere prima della posa unto strato di rasante e lasciarlo asciugare; una volta asciutto applicare uno strato di Verakoll. In seguito procedere all’incollaggio delle pietre (in alternativa si può intonacare la parete).

POSA SU INTONACO PITTURATO:

Prima di applicare le pietre occorre picchiettare la parete al fine di rimuovere la pittura. In seguito sciacquare energicamente con acqua e rasare con Verakoll, quindi procedere con l’incollaggio delle pietre. In alternativa, se la pittura fosse particolarmente resistente, applicare una rete elettrosaldata metallica, fissare con tasselli ad una distanza di 40 cm tra loro e rasare con Verakoll per procedere all’incollaggio. Lo stesso procedimento della rete va utilizzato per la posa su intonaci esterni non sani.

POSA SU MURI VECCHI O SUPERFICI ROVINATE:

Per procedere alla posa occorre sabbiare la superficie per eliminare le parti decadenti. Utilizzare una rete metallica per ottenere un aggrappaggio meccanico, fissandola con tasselli a 30 cm di distanza. Dopo la posa della rete procedere come sopra.

POSA ALL’INTERNO:

È possibile la posa direttamente sul muro se è nuovo e non pitturato. Posare con Verakoll.

POSA SU CARTONGESSO:

Verificare attentamente se la parete è idonea a sostenere il peso delle pietre. Si può procedere alla posa con Verakoll dopo aver trattato la parte con un isolante (Primer).

POSA SU CAPPOTTO:

Il cappotto deve essere ancorato perfettamente alla parete, in ogni caso occorre applicare prima la rete metallica (vedi posa su muri vecchi), in seguito rasare con Verakoll quindi procedere alla posa delle pietre. Prima di inziare i lavori di posa verificare che il cappotto sia atto a supportare il peso delle pietre.

AVVERTENZE:

Non posare in esterno con temperature inferiori ai 5°C, nè con temperature elevate. Nel caso di temperature elevate bagnare sia le pietre che il muro prima della posa, per evitare l’alterazione della colla.

Recensioni

Scrivi una recensione

ARENARIA LINEA MITO GIADA

ARENARIA LINEA MITO GIADA

Linea Mito GIADA

Ciascun tassello della Linea MITO è un prezioso frammento di storia, un unico e raro testimone naturale in marmo italiano che, proposto in cinque nuances cromatiche esclusive, non riproducibili, garantirà ai vostri ambienti un risultato estetico davvero scultoreo e scenografico, come una vera opera d’arte.

Accessori

30 altri prodotti della stessa categoria: